lunedì 17 novembre 2014

KNÖDEL...CANEDERLI TIROLESI ALLO SPECK






L'Alto Adige ha odore di casa per me.
E' uno di quei posti dove, quando ci torni, ti ricordi le strade, i negozi, le persone..e lì le ritrovi, anno dopo anno come se il tempo si fosse fermato, come se non fosse cambiato niente.
La neve ha questo potere.
Amo questo posto, è un posto incantato. Natale diventa una magia, fatta di odori di cannella, di speck, di vin brulè, di legna bruciata e strudel alle mele..di gente ospitale e cordiale.
A questi posti sono legati indissolubilmente i miei ricordi...di quel freddo che riscalda, il suono delle campanelle, le luci e gli angeli.
Ricordi dei momenti belli...


Nostalgia nostalgia canaglia....
Nostalgico anche il palato ahimè...
Natale si avvicina...solo 37 giorni!!
E noi iniziamo a prepararci...
Cenetta tirolese per due...romanticherie!!!!


INGREDIENTI

200 GR DI PANE RAFFERMO
100 GR DI SPECK
2 UOVA
40 GR DI FARINA
1 CIPOLLA
30 GR DI BURRO
150 ML D LATTE
1 CUCCHIAIO DI PREZZEMOLO
1 CUCCHIAIO DI ERBA CIPOLLINA
UN PIZZICO DI PEPE
UN PIZZICO DI NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO

Per primissima cosa tagliate il pane raffermo a dadini di circa 1 centimetro, aggiungete le uova sbattute in precedenza con un pizzico di sale, di pepe e di noce moscata e il latte, mescolate tutto e lasciate a riposare circa 2 ore mescolando di tanto in tanto.



Successivamente tagliate finemente lo speck con la cipolla e mettetelo a rosolare in una padella con olio e una noce di burro.


Quando lo speck si sarà cotto e raffreddato, aggiungetelo al pane e aggiungete anche gli altri ingredienti (prezzemolo ed erba cipollina).
Mescolate e infine aggiungete la farina, mescolate bene e lasciate il tutto a riposare per mezz'oretta.



Bagnatevi poi le mani, e formate delle palline di circa 8 centimetri di diametro e passatele nella farina.



Cuoceteli poi nel brodo di carne per circa 15 minuti, scolateli e serviteli nel brodo stesso o con il burro fuso e salvia..o in realtà con cosa vi piace..secondo me con una salsa fatta con un buonissimo formaggio trentino ci starebbe proprio bene! Vedete voi!
Un consiglio: se li cuocete nel brodo la farina lo intorbidirà, dopo la cottura scolateli e mettete altro brodo (io non ne avevo più!!).




Gewürztraminer come se piovesse..e 
buon appe ragazzi!!
Auf windersehen!!

12 commenti:

  1. Adoro i canederli sono squisiti.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Anche io..fatto anche il bis!!! *------*
    Grazie Manu!
    A presto! Buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Ciao Jess :-) E' un vero piacere conoscerti, grazie x la tua visita, ho ricambiato con grande entusiasmo e sai che ti dico?? Che qui da te si sta proprio bene e non ho intenzione di mollarti + ^_^
    Nuova followers e assaggiatrice :-P
    Buon inizio settimana e a presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto molto felice di averti qui!!!
      Un abbraccio!!

      Elimina
  4. Che voglia di affondarci il musetto, in questo piatto ^_^
    Deliziosissimi i tuoi canederli, mi faccio avanti per l'assaggio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima volta che li facevo! Stupita anche io...!
      Buoni davvero!
      A prestisssssimo!!

      Elimina
  5. eccomi...visita al tuo blog ricambiata ben volentieri....
    buona giornata lacucinadimonica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica!
      Grazie, buona giornata anche a te!

      Elimina
    2. Ciao Je Jess, ricambio la visita molto volentieri e mi unisco ai tuoi lettori!
      Questi canederli , sono un piatto tradizionale fantastico, devo dire che ti sono venuti una meraviglia!
      Grazie per avere condiviso questa splendida ricetta!
      Un abbraccio Laura<3<3<3

      Elimina
    3. Ciao Laura!!
      Grazie a te!
      A presto!!

      Elimina
  6. Adoro i canederli e l'Alto Adige!!

    Ciao da Cucina, hobby e la nostra bella Italia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo!!!! L'Alto Adige ruba il cuore..i canederli pure!!!
      Ciao cara!! A presto e buon weekend!
      Jess

      Elimina

Grazie per la tua visita!! Ogni commento positivo è fonte di gioia immensa..ogni critica costruttiva è di insegnamento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari